26 ottobre 2014

Extraterrestrial: quando l'alieno è più umano dei tuoi simili

Che cosa succederebbe se scoprissi che gli extraterrestri esistono?
Come reagiresti?
Che faresti se rapissero proprio la tua dolce metà?

The Vicious Brothers tornano, dopo ESP - Fenomeni Paranormali (pluriosannato, pluripremiato), all'horror tradizionale, o almeno così sembra. La trama, sulle prime, non sembra proprio essere tra le più originali: cinque ragazzi decidono di passare il week end nella casa della protagonista April (una dotatissima Britney Allen); casa che, guarda guarda, si trova proprio nel bel mezzo di un bosco isolato. Deja vù? Lo schema già visto milioni di volte si ripete quasi sfacciatamente: lui, bravo ragazzo fisicamente prestante, chiede a lei, di carattere e indipendente, di sposarla, lei rifiuta, lui non le parla, gli amici cercano di mettere pace, tutti tranne uno, l'Amico Stronzo, quello più drogato di tutti, più alcolizzato e più insofferente che di solito fa una pessima fine (e infatti). In apparenza, un'altra noiosissima pellicola che ricalca il solito soporifero trend, con tanto di luci che si spengono e discesa nelle tenebre della cantina.

Ma forse, e dico forse, non è così tutto casualmente da manuale. La storia comincia a prendere una piega un tantino diversa quando, proprio nel  bel mezzo del gran rifiuto della protagonista di sposare il macho man, qualcosa cade a grande velocità dal cielo, e si sfracella nel bosco. Un meteorite? Un aereo? Impossibile farsi gli affari propri, e i ragazzi salgono in macchina alla volta dell'incidente, muniti di smartphone per filmare col solito cinismo adolescenziale la disgrazia. Quando arrivano, però, non si trovano davanti ai resti di un aereo, bensì di un bel disco volante, inequivocabilmente alieno.


Seppure l'idea dell'UFO crash sia una buona variante alla solita carrellata di epidemie, cani feroci,
maniaci eremiti, tutto si svolge più o meno secondo i canoni, almeno per la prima parte del film. Salva la pellicola un buon ritmo e dialoghi abbastanza credibili. Poi, a metà della narrazione, la svolta.

***ATTENZIONE: SPOILER***
Da quando appare sullo schermo il primo alieno, ovviamente un Grigio, "Extraterrestrial" torna a essere potenzialmente interessante nonostante i cliché. Perché The Vicious Brothers forse in mente hanno proprio questo: farci credere che l'orrore sia tutto uguale, per poi sorprenderci quando meno ce lo aspettiamo, facendo fuori quasi subito e assai rapidamente il Buono (lo sceriffo), mostrando  - cosa che fino ad oggi non era mai accaduta - l'interno dell'astronave aliena e mettendoci davanti a un finale crudo e dal messaggio molto chiaro: hai paura degli alieni? Forse dovresti averne di più degli esseri umani, perché la pietà al giorno d'oggi è davvero roba dell'altro mondo.
***FINE SPOILER***

Una buona regia, una fotografia non certo da Oscar ma nemmeno da buttare, recitazione accettabile e cinismo finale fanno sì che il film possa dirsi di una certa dignità cinematografica; tutto sommato non è un pessimo risultato, anche se i capolavori - è scontato - sono altri.

Chissà che cosa ci staranno preparando The Vicious Brothers per l'anno 2015. Io, a questo punto, sono curiosa.

Photo: ©Internet Movie Database

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...