23 aprile 2014

La vita (noiosina) di Adèle


Alla fine mi sono fatta forza e l'ho visto.
Ho passato tre ore della mia vita a guardare "La vie d'Adèle", per capire i motivi che hanno spinto la giuria del Festival di Cannes a consegnare a Kechiche la Palma d'Oro.

Sinceramente? Molto ben scritta la sceneggiatura, bellissima Adèle Exarchopoulos, espressiva, perfetta per quel ruolo. Scialbetta e noiosa, Lèa Seydoux. La storia: come tante.

Le scene di sesso esplicito sono state criticatissime; la ragione, secondo me, non sta nel fatto che si trattasse di scene di sesso tra donne, anche perché haivoja nei film dal 90 ad oggi ad aver visto tanto quanto, se non di più; basti pensare ad Antichrista di Von Trier, con quel simpatico primo piano da pornazzo all'inizio. E poi, sempre di Von Trier, c'è Nymphomaniac adesso che catalizzerà l'attenzione. Il punto non è la scena di sesso in sé, è la sua gratuità nell'inserimento nella storia.

La narrazione giustifica il mettere in mostra il corpo, in un film d'autore. All'inizio viene mostrato come Adèle non riesca a essere coinvolta in un rapporto con un ragazzo, l'imbarazzo, l'impaccio della propria sessualità, l'insoddisfazione. Poi, con Emma, cambia prospettiva: Adèle quasi conduce il gioco pur essendo la sua prima esperienza con una ragazza, e tutto acquisisce un senso potentissimo, chiarisce quanto non mentire a sé stessi sia fondamentale per esprimere anche la propria sessualità.

Il problema è che dopo, nelle scene di sesso successive, c'è molta gratuità. Come trasformare in un sasso un film di tre ore che, senza quel lunghissimo soffermarsi su atti espliciti, avrebbe potuto anche essere meno pesante. Tutto qui.

In definitiva, bella la fotografia, bello il modo in cui si è deciso di raccontare questa storia. Bello come si affronta la paura di essere soli, bello anche come si descrive il tradimento. In fondo, forse, questa palma d'oro non è del tutto immeritata.

Però, alla fine, al cinema s'è visto di meglio.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...