31 ottobre 2013

Solo CUPCAKES

Questo post è doveroso nei confronti dei pochi che passano di qui per leggermi e che troveranno che stamane ho rimosso un post datato 20 ottobre 2013, che aveva come oggetto la storia - narrata dalla stessa protagonista della vicenda durante una puntata della trasmissione "Linea Gialla" di Salvo Sottile - di una donna che ha denunciato pubblicamente le violenze subite dall'ex compagno.

Vorrei dire a questo proposito che la rimozione del mio post, che era seguito alle dichiarazioni della signora in questione, è la diretta conseguenza di una conversazione apparsa nei commenti tra me e - presumibilmente - una persona che si è detta molto vicina alla controparte, la quale ha con forza sostenuto che la signora in trasmissione avrebbe mentito.

Vorrei precisare, però, che questa rimozione l'ho decisa solo ed esclusivamente perché ora come ora, avendo ascoltato quel che aveva da dire la persona che ha commentato, ho le idee molto confuse sulla faccenda e non me la sento più di parlarne, in quanto evidentemente ci sono fatti di fondo che la trasmissione non ha verificato - oppure sì, ma io non lo so - e che comunque mi hanno spinta a non espormi più di tanto.

Vorrei anche aggiungere, però, che i blog personali non sono certo testate giornalistiche: soprattutto il mio, che al giorno - quando va bene - conta una quindicina di visite. Anche però ne avesse avute 1000, il principio della libertà di opinione è sempre valido.

Quello che la gente pensa non potete arginarlo con minacce di querele, o rinfacciando all'autore del post che la sua opinione è quella sbagliata. È solo la sua opinione. Accettatela anche se non vi piace, si chiama libertà di espressione.

Poi, se commentate anonimi, non avrete alcuna credibilità, ve lo garantisco; quindi postate sempre almeno il vostro nome alla fine del commento, perché chi vi legge deve sapere che dietro c'è una persona che sinceramente non la pensa come voi (il che è lecito) e non un qualsiasi troll che si annoia dietro allo schermo. Infine, non è bello comunque che scarichiate responsabilità giornalistiche su civili che si limitano a fare commenti PERSONALI su trasmissioni pubbliche andate in onda in tutta la nazione.

Inoltre, questa conversazione mi ha portata ad avere la sensazione che nel mio paese non solo non si possa parlare più di niente (visto che poi ti trovi frasi come "attenzione a quello che dici perché poi si rischiano le querele per diffamazione", nonostante TU non sia la fonte della notizia, che è una roba assurda: io leggo un articolo sul giornale, lo riporto per diffusione, e sarei io a diffamare?), ma anche che sempre di meno ci si possa affidare ai Media e a quel che ci raccontano, pure se non state vedendo la D'Urso, pure se si tratta di trasmissioni a tema serissimo e attuale, quale la violenza sulle donne. Insomma cari giornalisti, fatevi l'esame di coscienza e se non verificate le vostre fonti prima di invitare qualcuno in trasmissione, cambiate lavoro.

Non è possibile che in Italia non ci si possa confrontare se non sui cupcakes o su come si è conciata la Bellucci sull'ultima copertina di Vanity Fair.

Se non si può parlare nemmeno di ciò che si legge sui giornali o si ascolta in tv, sui temi che ci stanno a cuore, che ci sembrano importanti davvero, come diavolo pensiamo di essere in un paese libero?

I toni dei commenti sul mio post, verso la fine della conversazione, tutto sommato potevano portare anche a un approfondimento serio e civile della vicenda. Ma giunti a questo punto, preferisco ritirarmi e lasciare tutto ad altre sedi. Ho modo io di verificare anche la controparte e la veridicità di quanto commentato? E perché dovrei farlo io, poi, che non sono né avvocato né giudice né il giornalista che ha diffuso la notizia a mezzo tv? No, quindi finisce qui.

Rimuovo il post con una profonda delusione e la sensazione che qualcosa continua a non funzionare nel mio paese.

D'ora innanzi, sappiatelo, qui sopra ci saranno solo flame sulle torte del Boss di Real Time.
Buona vita a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...