21 luglio 2013

Tra Buio e Luce

"Le ore della Notte" - F. Cilia http://www.francocilia.com

Uno dei miei racconti cui sono più affezionata, a un certo punto, recita:

"Adoro la notte, il suo silenzio,  la luna come solo lampione. Non ho paura di tornare sola, il buio è il solo momento in cui sento di essere in armonia con il resto del mondo".

La notte è sempre stata il mio rifugio. Mi ha sempre protetta, salvata, coccolata. Sono uscita al buio per anni: nera come il cielo sopra di me, illusa di essere al riparo da tutto.

Quando la notte ce l'hai dentro, è solo di notte che senti davvero di vivere.


Di notte scrivevo, di notte studiavo; di notte camminavo per le strade della mia città, e vi assicuro che alla luce della luna Genova è davvero romantica, magica, affascinante.
Di notte mi sono innamorata, sempre. La notte è la mia compagna, l'unica a non tradirmi.

Ho un'anima che profuma di stelle: ovunque sia, riconosco l'odore della Notte come l'unico familiare.

Tante anime impaurite, ho conosciuto: sole. Per ripiego, per incapacità, per paura; per dimenticare, per ricordare, per morire ogni giorno un po' di più.

Poi all'improvviso conosci il Sole.
Cerchi la luce, la senti necessaria come l'ossigeno.

Ti disseti di Lei, e la corteggi.
Scopri che fuori, dove tu non osavi mettere piede, perché pensavi di non meritarlo, ci sono le stesse persone che si nascondono, che hanno paura, che piangono. Ma lo fanno in un modo diverso. Senza mentire, né mentirsi. Vivono. Combattono, si sforzano, e cercano - tutte - di vivere serene. 
Serene: perché la felicità è una bella bugia che ci raccontano per non farci capire che siamo imperfetti e incapaci di raggiungerla, ma la serenità è alla portata di tutti.

E, all'improvviso, qualcosa che hai sempre sperato esistesse, la Luce Dentro, quella forte, ti schiaffeggia bene in viso come a svegliarti, come a dirti "Ecco! Eccomi! Non è meraviglioso?".

E, sì: è meraviglioso.
È un dono prezioso che non tutti hanno, è Vita, è gioia, è trasparenza, bellezza. 
Sono occhi liquidi, sinceri, buoni. 
Sono occhi che speri di vedere attorno a te ancora, e ancora, e ancora, finché anche tu non li avrai così: pieni di Sole, irradianti Luce. 
E allora la notte diventa solo una stanza dove tornare qualche volta, per riposare lo sguardo.

Finalmente.


Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...