8 marzo 2013

Melancholia

Lavoro, mi porto cose da fare a casa, cerco di star zitta quando vorrei farmi le mie ragioni in modo meno educato del solito, rispondo cortese a commenti di gente che non sa nemmeno di che parla, faccio finta di non capire che la gente ha smesso di ascoltare e che risponde "ok" senza nemmeno aver fatto caso alle tue parole e a quel che stavi indicando, e va bene, è questo il prezzo che sento di dover pagare, visto che metà della mia vita me la sono fottuta da sola. Ok. Ci sto.

Però poi mi fermo di venerdì sera, respiro, e mi accorgo che sono di un'infelicità profonda e rassegnata, che non sono in grado di avere una relazione con chicchessia, che tratto me stessa come se non la meritassi, che mi giudico molto più severamente di quanto facciano gli altri, che non mi amo. Vado avanti, navigo sospinta da una corrente favorevole, senza entusiasmo.

Allontano le persone,  mi costruisco attorno pareti di plexiglass.
Avvicinati, prendi una facciata: è trasparente, così do l'impressione di essere libera; ma non lo sono.

Mi fido solo di pochissime persone, e di nessuno che ho conosciuto da poco.
Non li voglio nella mia vita, ci interagisco. La cosa finisce lì. Cordialmente.

Ho perso la stima e anche la voglia di passare del tempo con persone che mi hanno ferita e delusa. E mi rendo conto che non ho più voglia di prendere il telefono, anche se i sentimenti son roba che non controllo ancora, forse non lo farò mai, e mi fanno sentire come se avessi metà corpo che va in una direzione mentre l'altra metà viaggia nell'altra.

L'anno scorso sono stata sull'orlo del crollo nervoso. Ero la metà di quel che sono adesso ma non baratterei la vecchia taglia 44 con gli attacchi di panico. Meglio avere la 48 e dormire la notte, riuscire a lavorare, non scoppiare a piangere a singhiozzi senza capire perché, e tremare, tremare, tremare senza controllo, come se stessi guardando me stessa dall'esterno.

Sono calma.
Doveva esserlo anche l'aria, dopo che è caduto il meteorite che ha estinto i dinosauri.




Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...