9 marzo 2013

L'Atlante delle Nuvole

One night a movie saved my life.
Ché l'ho sempre saputo: lo so, lo so, basta uno sguardo, uno soltanto, per capire che si è destinati a condurre il cammino a fianco, se non insieme accanto, insieme lontano, ma comunque insieme.

Sixsmith, avrei potuto scriverti io quelle parole, e guardarti mentre mi cerchi senza dire nulla, in un'altra città, in un'altra vita, magari dal finestrino di un treno.

Uno sguardo, solo uno: le nostre vite non sono nostre, sono legate a quelle degli altri; negli occhi si nasconde un richiamo, e una polaroid del primo momento in cui quello sguardo si è incrociato al mio riaffiora,  scopre il legame, lo tende, lo rilascia, e quello non si spezza, cresce, si avvolge, mi avvolge, ci avvolge: diventa noi.

Non c'è che quel noi che siamo, a ricollegare tutto, senza fine, come in un bellissimo atlante delle nuvole.


(Wachowski, siete due fottuti genii.)



Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...