17 febbraio 2013

Lullaby

E sono qui un po' spaesata, calma, perché so che ora lo sei anche tu, anche se ferito e stanco.
Mi sento un sasso su una spiaggia, che vorrebbe raggiungere la nave all'orizzonte: ma è un sasso, e non sa muoversi.
Non so mai trovare le parole.
È un'impotenza che conosco, ma è sempre nuova, e lo è anche per te - ché ti amo tanto, e vorrei trascinare via tutto il dolore che ti affligge e non ne sono capace, un'altra volta.

Dormi sereno questa notte, che alleggerisce un po' con le lacrime il tuo peso.
Dormi sereno perché sarò lì con te, a cullare il tuo sonno con il mio affetto.
Sarò vicina, anche se sei come quella nave e io come il sasso, e non so muovermi.

Dormi sereno: veglierò il tuo stanco sonno. Almeno questa notte.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...