25 febbraio 2013

E ci risiamo.

Italia ingovernabile.
Ché ci volevano delle costosissime quanto inutili elezioni per saperlo.
Figuriamoci che mio padre, che di mestiere fa il parrucchiere e ha la terza media, lo sapeva da molto prima degli exit poll. E meno male che a 'sto giro ha dato un voto innocuo, pensa te se votava - come hanno fatto metà degli italiani, a quanto pare - quel troione maschilista.
Persino lui è riuscito a capire che è uno così è meglio vederlo affondare nella propria merda, che nella nostra.

Sta di fatto che sono costernata.
Costernata perché ancora non basta tutto quel che ci hanno fatto, e il modo in cui ci hanno trascinato (e ancora lo stanno facendo) nel fango. Non basta: c'è chi ne vuole ancora.
C'è chi ancora tifa come se si stesse parlando di calcio; e bisognerebbe declinare al plurale, CALCI, quelli che ci stiamo prendendo noialtri. E pure loro, ma si vede che non li sentono.

Ho capito perché è piaciuto tanto "50 sfumature di grigio", nel mio paese: tante parole per dire nulla, e mille spunti per farsi del male.

Vado a consultare i voli low cost per l'espatrio.


Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...