8 luglio 2012

50 sfumature di marrone (recensione à la càzz) SPOILER

Ok. Ho appena finito il tanto osannato "50 sfumature di grigio". Ho alcune considerazioni da fare su questa pubblicazione, ma sono del tutto personali e per nulla professionali, più che di recensire il libro dopo averlo letto mi viene voglia di prendere per il culo l'autrice.

Prima di tutto, vorrei scusarmi con Zafòn: "L'ombra del vento" era un altro enorme successone "da passa parola" e io non sono nemmeno arrivata in fondo, nonostante fosse scritto molto meglio e la storia avesse un solido nerbo che questa non ha, fatta eccezione - ma forse, eh - nei frustini sadomaso di Christian Gray.

Questo libro è un ECG: inizia basso, tocca il picco, termina di nuovo basso. È interessante solo a partire da metà ma è come la mozzarella dello spot, "finisce subito".
LEI, ANASTASIA STEELE: amebica a dire poco, 'na sciacquetta, verginella e abbastanza irritante, non le si può fare un regalo che subito si dà della zoccola per avere accettato; lui le regala, nell'ordine: un macbook, un blackberry, un'Audi, svariati voli in prima classe, un armadio pieno di vestiti. Lei reagisce ogni volta dicendo che si sente pagata per il sesso che fa con lui, che è un multimiliardario e ogni volta che fa un regalo simile è come se le avesse comprato delle noccioline per il cinema, ricordiamolo. Ma ha un passato da povero. EH. Passa il tempo a mordersi il labbro, e a farsi dire da lui di non mordersi il labbro perché è eccitante: lo fa a cena, in camera, nella sala dei "giochini", mentre beve il cosmopolitan, nella doccia, mentre litigano, e con pazienza da frate francescano LUI, CHRISTIAN GRAY, l'uomo Denim After Shave per eccellenza, Colui Che Non Deve Chiedere Mai, invece di fracassarle gli zigomi sullo spigolo del tavolo (cosa che avevo voglia di fare io, però), si limita a dirle "non morderti il labbro". Pena? "Ti sculaccerò".
Ecco, se vi aspettavate vergini di ferro, sferzate, sospensioni, agopuntura, bondage pesante, sappiate che non c'è NIENTE di tutto questo. CHRISTIAN GRAY può passare per CHRISTIAN DIOR ma non certo per un dominatore... niente feticismi particolari, eccetto, se proprio vogliamo, qualche pacca sul dietro e qualche ordine qua e là. STOP. Il resto è un film di Walt Disney. Poi lei viene SEMPRE e sempre prima di lui. Al limite della fantascienza, qui io scomoderei anche Asimov.

Ammetto: la trama, a un certo punto, si fa interessante. Sembra che ci sia della tensione che debba culminare in qualche cosa, e viene voglia di continuare la lettura. Poche pagine, rispetto all'immensa quantità di superfluo che investe l'intero elaborato. E alla fine non succede niente.

Anastasia e Christian sono due caratteri senza carattere: lei forzatamente verginale in certi momenti, forzatamente porca in altri; lui fintamente prepotente, si rivela essere un enorme bluff.

Alla fine della fiera, mi sono divertita a contare le cose che anche io, che non sono mai stata né una "sottomessa" né una "dominatrice" ho sperimentato, ed è stato tutto un "ce l'ho, ce l'ho..." con sporadici "mi manca". E ribadisco, è solo sesso, punto, niente che nessuno di noi non abbia provato per divertirsi tra le lenzuola. E se ve lo dico io, che non sono una che si appende al soffitto per lanciarsi sull'amante...

Se proprio volete leggerlo 'sto libro, fatevelo prestare, và.

4 commenti:

  1. Sono d'accordo. Una delusione. Lo leggi (anzi li leggi, perché io ho resistito fino all'ultimo) ti prende fino ad un certo punto. E poi Anastasia, cazzo, ma riesci a dirgli di no almeno una volta? (e non mi riferisco al sesso o, almeno, non solo). Non ha carattere, fa tutto quello che vuole lui. Per non parlare del quasi "plagio", in alcune parti, con Twilight (almeno secondo me).

    RispondiElimina
  2. Sì è praticamente uno spin off di Twilight, nasce come fan fiction (detto tutto!) ma fa molto più cagare! :D
    Bisogna impegnarsi per bene per scrivere così tante pagine di cazzate! XD
    Il problema dell'autrice è che non è riuscita a tenere i personaggi. Se vuoi uno stronzo, devi tenerlo stronzo fino all'ultimo, non trasformarlo nell'orsetto Yoghi! Lei, però, non ha mai trombato e sa cos'è il fisting. Notato? Più che Ana, ANAL.

    RispondiElimina
  3. Se ti interessa é uscito anche "50 sbavature di grigio"

    RispondiElimina
  4. Anche "50 smagliature di Gigia"! :)

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...