9 giugno 2012

La paura fa pigrecomezzi

"Ma leggiti The Secret", mi fanno due amiche, "che ispira, ti dà la motivazione".
Io per tutta risposta mi sto barcamenando tra la Fallaci ed Emilia Marasco. L'inchiesta ("il sesso inutile", drammaticamente ancora attuale nonostante sia del '61) e la poesia ("La distanza necessaria", ed. Il Canneto).
Non è che non mi fidi delle amiche, solo che non somiglio a una calamita, a meno che non si parli di gay, allora sì, me li trovo tutti io, per questo sono ancora single.

Però forse hanno ragione loro, nella vita se desideri davvero qualcosa, ma davvero, ossia non sei disposto a rinunciare né ad abbassare la guardia, alla fine lo conquisti. 

Tipo che se veramente voglio togliermi da questo posto infame, forse dovrei cominciare a fare una "full immersion" nei problemi non risolti, concentrata e profonda, senza distrazioni di sorta, e piantarla di rimandare.
Rimando da una vita la vita: l'amore prima mi distruggo e però poi lo lascio andare (laddove avrei fatto meglio a girare i tacchi subito o a godermi solo il lato divertente); il lavoro c'è però part time, no full time però chiudi tutto alle dieci passate, no però collaboricchio, no però non mi pagano gli articoli, ma col tempo... (col tempo una cippa); E mandare tutto al diavolo, o almeno quello che so che non funziona? Che mi appesantisce? Che non mi lascia che ansia? E se davvero per una volta anziché mettermi a raccogliere le briciole alzassi il culo e mi mettessi in gioco davvero? partendo dal pavimento, strisciandoci?

Nella vita non si nasce calamite, però quel poco che sapevo di fisica insegna che una calamita si può anche creare in laboratorio.

Se davvero lo vuoi, se non sei disposto a rinunciare. Altrimenti sasso sei e sasso rimarrai.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...