19 marzo 2012

Le cronache di Encrenoire - 3: il ritorno

...E infine, sono di nuovo a casa mia.
Casa nel senso di house. Home è dove senti di appartenere. Io sono ancora in cerca della mia "home". Però in questa ricerca sto includendo persone. Persone che meritano di fare parte della mia Casa, non quella che io abito, ma quella che mi abita. Non avrei mai pensato di essere accolta così, come se non fosse passato un attimo, come se fosse abitudine parlare, confrontarci, rassicurarci, ridere insieme. Esistono persone che possono avere un solo nome: "anime affini". Temevo che non ne avrei conosciute più, che il mio turno fosse finito. Invece ecco, sorpresa, ti riconosci nei profondi occhi nocciola di una ragazza che parla come te, si preoccupa come te, ama nel modo in cui ami tu, ha le stesse ansie che hai tu, ed è sincera come tu vorresti essere sempre. Abbiamo veramente moltissimo in comune, nel profondo.
E questo mi ripaga di tutte le volte in cui non mi sono sentita sicura, di tutte le volte in cui ho avuto la sensazione di essere sola in mezzo alla folla, di tutte le volte che ho sentito il vuoto, l'aridità, la superficialità nei volti nuovi che incrociavo.

Che tutto questo venga da una persona che ha amato tanto chi ami tanto anche tu, è puro e bellissimo.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...