9 marzo 2012

La costruzione di un Amore.

Sei sempre stato una scelta.
La solitudine non è una scusa per averti vicino, è la conseguenza di non averti mai avuto davvero.

Ho sempre pensato che la costruzione nascesse da qualcosa di forte, di intenso, che "scombussola" a ogni occhiata.
Ma l'intensità sta nella fiducia, nel rispetto e nella comunicazione.

A vent'anni sembra che il cuore debba esploderti per ricevere la consacrazione e dirti che sei innamorato.
A trenta, ti esplode se perdi tutto e per il resto scandisce il tuo tempo come un orologio. 

Ti dice: potresti vivere accanto a questa persona, serena così, anche per sempre. 
Ti dice: nessuno può capirti meglio.
Ti dice: sono pronto a sacrificarmi perché so cosa dovrai passare tu.
Ti dice: non ti abbandonerò solo perché sarà difficile.

Non ti dice: vediamo che succederà domani, intanto oggi sono qui.

Non si può amare a trent'anni come si è amato a venti.

La costruzione di un amore 
spezza le vene delle mani 
mescola il sangue col sudore 
se te ne rimane

La costruzione di un amore non ripaga del dolore, è come un altare di sabbia in riva al mare.

Lo stesso mare dove per la prima volta ho sentito la profonda ingiustizia che ci lega.

E tutto ció mi meraviglia 
tanto che se finisse adesso 
lo so io chiederei 
che mi crollasse addosso.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...