5 gennaio 2012

Genii monomarca

Quando al mondo conterà più la versatilità che l'eccezionalità, forse io avrò la chance di combinare qualcosa.
Non lo dico con autocommiserazione; vado, anzi, piuttosto fiera di sapermi arrangiare, secondo me è una dote, anche se non riesco a sfruttarla per combinarci qualcosa. Tuttavia, ritengo che quest'epoca prediliga il "genio monomarca", ossia l'individuo Titano che eccelle insuperato in un campo, e ne succhia il midollo sino in fondo.
Saper fare un poco di tutto è un po' come autodefinirsi mediocri, termine che - etimologicamente - sarebbe anche pertinente, se non avesse assunto un'accezione soprattutto negativa.
Quando ero piccolina tutto il mio eclettismo (Carla Bruni di questa parola direbbe "ah! Che volgarità!") tornava spesso a mio favore: disegnavo abbastanza bene, scrivevo abbastanza bene, cantavo abbastanza bene, suonavo abbastanza bene, parlavo, scrivevo e capivo l'inglese abbastanza bene, ballavo persino abbastanza bene. Ero apprezzata, una bambina che sapeva fare tante cose. Poi, crescendo, ho compreso che "abbastanza" non è abbastanza, scusate la tautologia. Forse ho imparato a scrivere meglio, tuttavia a volte mi perdo in madornali ingenuità. Il che rappresenta un limite. Canto, ma non riesco a raggiungere note troppo alte, ergo non posso fare la cantante; disegno e mi interesso di moda, ma non ho una spiccata attitudine per la materia, ergo non posso parlarne troppo. Parlo inglese, lo scrivo correttamente, ma me la cavo, e invidio chi è più fluent di me. Suono il pianoforte; ma non so leggere più lo spartito, il che mi impedisce di sentirmi completa.
E voi direte: "ma basterebbe intensificare un po' lo studio di qualsiasi materia! Stupida!". E qui viene fuori la vera responsabile della mia mediocrità: LA NOIA. Mi stanco velocemente di tutto, prendo, abbandono, prendo, abbandono, non mi fermo mai nello stesso punto troppo a lungo, ho bisogno di scorrere, e scorrere spesso significa anche scivolare sopra le cose, senza penetrarle davvero, solo sfiorandole e lasciandosele alle spalle.

Così, cresco solo a metà. E guardo il mio supermarket di capabilities, dove i genii monomarca non metterebbero mai piede se non per curiosare un po', trovare qualcosa che li attrae e renderlo sfacciatamente unico.


Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...