12 dicembre 2011

Precisazioni.


... No, è che io, il ritratto di Dalì a Gala, non lo metto a corredo di un pensiero dedicato a qualcuno così, a caso, tanto perché non so cosa metterci. Posso sbagliarmi, certo, ma non è a caso.


2 commenti:

  1. è bellissimo quel ritratto come tutte le opere di Dalì... vedessi poi che casa aveva a Cadaques!
    Profondoblog

    RispondiElimina
  2. Dalì non è il mio pittore surrealista preferito: io perdo la testa per Magritte. Però di certo, tra i surrealisti, era quello che non aveva bisogno di crearselo un mondo onirico: lo vedeva proprio, lo viveva, lo era.

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...