21 ottobre 2011

"It's the end of the world as we know it"

Secondo Harold Camping, pastore visionario americano, oggi, 21 Ottobre 2011, dovrebbe essere la fine del mondo.

Vediamo la to do list:

  • truccarmi: non vogliamo mica assistere all'evento più fèscion del millennio con la faccia di Nosferatu.
  • andare a prendere un caffè da Arnold in Fiumara: voglio sapere almeno come si chiama il barista che m'attizza.
  • lavorare: oh, sia mai che non finisca, almeno ho uno stipendio da ritirare.
  • prendere a calci i piccioni urlando "MEEETAAAAAAAAAAAAA". Ho sempre sognato di farlo.
  • prendere a calci nanoidi maleducati urlando "MEEETAAAAAAAA". Vedi sopra.
  • comprare un cannocchiale (ma questo è perché ho un nuovo vicino).
  • Accendere il riscaldamento (cazz, si è messo freddo).
  • Comprare una bottiglia di Keglevic alla panna e fragola (se anche vomito sul parquet, tanto finisce il mondo e non occorre pulire.)
Se non mi sentite più, almeno sapete che è solo colpa dell'Apocalisse.

1 commento:

  1. La solita fortuna! Da Arnold il barista figo non c'era. Ora mi tocca morire senza sapere come si chiama! Son cose...

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...