7 ottobre 2011

Del "come" le donne lo fanno

Stavo leggendo un interessante articolo sulla nascita del porno svedese femminile grazie a Erika Lust e Mia Engberg (e poi mi chiedete perché mi sono scelta un corso di laurea in lingue nordiche), che hanno iniziato l'attività di regista hard per dimostrare che il punto di vista di una donna nel sesso è più intenso, fantasioso,  coinvolto e soprattutto slegato dalle convenzioni del genere, senza per questo sembrare meno eccitante anche agli occhi di un uomo.
Non ho visto i suddetti cortometraggi, ma tutti ne parlano come di grandi rivelazioni.
E allora mi sono messa a pensare (a volte accade). E in effetti se alcuni uomini ci affrontano - come dire - un po' alla loro maniera (che il più delle volte inizia già con una mano in mezzo alle gambe, cosa che non sempre significa assicurarsi un coinvolgimento immediato) un po' è colpa nostra che non parliamo tanto (non vale per tutte, già, ma io mi riferisco a quelle che "subiscono" e dopo però si lagnano) di quello che ci piacerebbe a letto. Eppure quando una donna scrive di erotismo, è inequivocabile. L'amplesso perfetto prende tempo per le mani e per gli occhi. Certo, la formula "ti sbatto al muro" va benissimo, capiamoci. Non è che la donna perché è donna non provi piacere nell'essere spalmata alla parete. ANZI. Personalmente, per esempio, gradisco molto. Però anche quello, se consumato dalla fretta, potrebbe mancare di quella dose necessaria di erotismo che fa la differenza: c'è modo e modo di rigirare una femmina contro il muro. Al contrario dei maschi, per i quali la zona erogena è una soprattutto e dunque si va dritte alla mèta senza fallo (be', proprio senza...), noi potremmo dire che tutto il nostro corpo è una zona erogena. E allora benvengano baci scivolati sulla schiena, carezze che risalgono piano piano le gambe, labbra che ci sfiorano sul collo, magari proprio contro il muro (awww). E poi quel che deve essere fatto, intendiamoci, anche con una certa decisione, ché ci piace quando il maschio ci dice di essere maschio anche alla sua maniera. Da parte nostra, invece,  è necessario capire cosa fa "scattare" l'immaginario erotico al partner. Che so: autoreggenti, un reggicalze, un tacco, un cinturino che metta in evidenza la caviglia, una scollatura che riveli e non riveli, l'arricciatura di una gonna... le possibilità per noi fanciulle sono molteplici, possiamo giocare molto e divertirci a nostra volta: sentirsi sexy è il primo passo per un'esperienza soddisfacente. Non c'è più bel complimento di sentirsi dire "sai cosa piace a un uomo". Eeeeh ragazze?

Bene, ora che ho stilato la compilation mi serve un po' una doccia fredda... mannaggia agli svedesi! Ma sono certa che dei consigli di una donna, un uomo che è anche un buon amante sa fare grande tesoro.

(mi aspetto commenti maschili in merito, dateci la chiave delle vostre fantasie!)

6 commenti:

  1. io ho visto roba girata da erika lust e sono rimasta molto delusa: sarà che non ho la sufficiente cultura porno per apprezzare le sfumature, ma a me sembra sempre la stessa identica roba. forse l'unico modo per avere del porno come piace a me sarebbe diventare a mia volta regista, ma attualmente non è tra i miei progetti.

    RispondiElimina
  2. p.s. tra l'altro credo proprio che anche miss lust abbia fatto un percorso simile: non esiste porno rivolto al pubblico femminile, facciamolo! ma, ehi, se riusciamo a non tagliare fuori il pubblico maschile meglio, quindi facciamo una via di mezzo, ma -strano! - le due cose sembrano inconciliabili e sembra che se tagliamo fuori il pubblico maschile non riusciamo a mettere nulla sotto ai denti...

    RispondiElimina
  3. O__o mi hai messo la curiosità, ora devo assolutamente reperirne uno!

    RispondiElimina
  4. Io mal sopporto il porno, non c'è "situazione"... arrivano e scopano.
    Quindi, sì, ti sbatto al muro, ma creo la situazione... che ne so, ti perquisisco, mi spiace, sto facendo solo il mio dovere, e intanto...

    Poi adoro le gambe.
    Uhm... forse lo sai già? :P

    RispondiElimina
  5. ahahhaha ne ho un accenno di idea... XD

    RispondiElimina
  6. Sul "benvengano" con il corsivo, ho sentito la tua voce, giuro.

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...