16 agosto 2011

Questione di equilibrio.

 "È quello che sai che ti uccide, o è quello che non sai?"

Il problema fondamentale di qualsiasi tipo di relazione, amicizia, legame è l'onestà.
Tanto quella verso gli altri, quanto quella verso sé stessi.

L'onestà, però, la governa la paura. Paura di mostrarsi come si è, paura di scoprire debolezze, paura di essere delusi o di deludere, di non essere corrisposti, di non essere all'altezza, o di essere considerati strani.

Quando si ha paura di qualcosa, si finisce per mentire. O per negare. O per nascondere.

Ci si può fermare alla superficie e mentire a sé stessi, oppure si può capire da dove arriva la paura.

Raschiare il fondo per scoprire la verità non significa che quest'ultima sia sempre una buona notizia; ma almeno avremo salvato noi stessi dall'ennesima menzogna, e ci saremo concessi la possibilità di diventare più saggi, e magari di sopravvivere con la dignità che meritiamo.


4 commenti:

  1. alla fine essere onesti con noi stessi è sempre la cosa più difficile

    RispondiElimina
  2. Già. ma quando ci riusciamo, cresciamo.

    RispondiElimina
  3. E se succede di avere più paura dopo aver superato la paura di guardarci dentro?

    Del resto, chi non rischia è invisibile.

    RispondiElimina
  4. Non può succedere che aumenti la paura, secondo me: si trasforma in qualcos'altro. Rabbia, delusione, indifferenza... ma non è più "Paura", quella con la maiuscola.

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...