7 giugno 2011

Questione di PH

È vero, ho un'acidità tale in corpo che, se la malavita lo scoprisse, non userebbero più sostanze chimiche per sciogliere i pentiti, mi telefonerebbero e mi chiederebbero di chiacchierare un po' con loro.
Ma quello che la maggior parte delle persone non capisce è che non si diventa così dal nulla.
Non inaridisco di punto in bianco per niente. Chi mi conosce sa che sono una che di solito sorvola sulle incomprensioni, o sulle indelicatezze. Ma di solito non vuol dire sempre. Non si può pensare che il sacco emozionale di una sola persona sia senza fondo. Arriva un momento in cui - per esempio - anche cose successe anni addietro e messe in un angolo della "soffitta", nascoste per non vederle, nascoste per non soffrire, ritornano con prepotenza alla luce del sole. E posso giurare che fa male più che l'averle affrontate quando era il momento. E allora un essere umano a volte non ce la fa più a sentirsi fuori posto, o inadeguato, o  accusato, o sottovalutato, ed esplode. Oppure non ha più voglia di esplodere, perché non ha le energie necessarie ad affrontare un litigio con tutti i crismi, e non vuole sentirsi pronunciare parole che ha tentato di non dire mai ad alta voce (perché le parole, una volta dette, prendono vita, diventano solide e possono ferire); e allora, semplicemente, si distacca. Tutto quell'amore, tutta quella dolcezza che sembravano così fluidi, non li sente più tanto naturali, e quindi li evita. Tutto quell'affetto che prima era avvolgente, si solleva e resta fermo, sospeso intorno alla persona, anche se continua a esistere.
Non è un discorso incomprensibile. Non vuol dire che "amo al 40%".
Vuol dire solo che sono stanca, e che la mia scala di priorità ha subito una leggera modifica, in base alla vostra. Non sono io che ho cambiato le cose, le ho solo adeguate alla realtà.
E se sembro "meno simpatica del solito", mi spiace: però forse è solo perché mi sono stufata di intrattenere le persone, e vorrei d'ora innanzi stare al primo posto per qualcuno, o - ad esempio - non farmi mettere all'angolo dal primo sconosciuto arrivato appena dopo che io sono uscita dalla porta, pensando "torno subito".


...L'anima brucia più di quanto illumini
Ma è un addestramento mentre attendo
Che io m'accorga che so respirare
(M.Agnelli)

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...