4 marzo 2011

In the Mirror

È difficile mentirsi dinanzi a uno specchio. Sono incazzata nera. Sto diventando cattiva, distaccata, impietosa. E comincio a pretendere. A pretendere cambiamenti, a pretendere almeno una botta di culo. Non intendo che non debba anche pagarla una certa somma, la fortuna. Non è che pretenda di averla così, gratis. Ma almeno vedere una via d'uscita e poterla percorrere. Invece ancora niente, il nulla. E non contenta del nulla, in un momento in cui almeno in un aspetto della mia vita ho avuto un po' di sollievo (non sia mai che io possa sentirmi una donna normale!!!), capitano eventi improbabili e di difficile e lunga soluzione. E si ferma tutto. Si ferma tutto. E chissà quando e se riprende. Io sono stufa. E sono anche stufa di dover correre perché sennò i treni non si fermano. E per quanto possa amarle, certe persone, perché le amo, sono stanca per quel che non mi torna indietro. E non ho più voglia di sbattermi, non ho più voglia di darmi. Non mi merito le montagne russe ogni cinque anni, non le voglio e non mi servono a nulla. Ah, sì, a parte quel piccolo sollievo. Che mi viene, nuovamente, negato dalla sfortuna. Se potessi farlo, il patto col diavolo, lo farei qui, ora e con la firma a fuoco. 

4 commenti:

  1. può essere peggio di un contratto co.co.co ?

    RispondiElimina
  2. Comprende anche una cosa di quel tipo. Sono stra-incazzata, soprattutto per i fastidi di salute! E anche per tutto il resto. UNA CAZZO DI COSA per il verso giusto, UNA, vorrà andarci??? Mah.

    RispondiElimina
  3. Ti capisco e ti sono vicina...pure io in questo periodo sono così arrabbiata che è incredibile non abbia ancora azzannato un passante per strada.
    Eccheccavolo, siamo una generazione sfigata per ovvii motivi, ed ecco, non chiedo neppure più una botta di culo, ma magari poter cogliere i frutti degli sbattimenti che mi faccio, quello sì.

    RispondiElimina
  4. Maetta ciao!!! Ecco, uffa. Guarda se ti racconto cosa mi è successo in quest'ultimo periodo mi prendi pure per il culo... una roba così è proprio da bandiera bianca: ok basta, arrendiamoci, perché mi sembra chiaro che il destino non mi vuole normale. Non ci si crede. Chiunque stia scrivendo la storia della mia vita, si sta divertendo a rendermi una macchietta per l'eternità. Solo che io non rido.

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...