4 settembre 2010

Sorprese con l'X-Factor

Quest'anno non mi sarà possibile tergiversare fino all'ultimo su chi sia il mio preferito, perché io ho già una scelta. Una scelta che feci, in verità, già nel 2004, quando ascoltai per la prima volta il demo di un gruppo romano davvero in gamba e, più di tutto, più del sound, più del ritmo coinvolgente, mi colpì la Sua voce, così particolare, "graffiata" ma intensa, commovente, forte e piena. E quando chiesi a tutta la band di suonare per la mia webzine al Madeleine di Via della Maddalena, e accettarono, - lo ricordo come fosse ieri - lei mi sembrò uno scriciolo, e glielo dissi. Sul palco non tradì le aspettative di tutti noi e sparò la sua voce con una potenza e un'intensità indimenticabili. Piccola ma grintosa, dolceamara, e piena di talento.

Quest'anno sul palco di X-Factor canterà una voce che per parecchio tempo mi ha fatto da sveglia e ninnananna, sulle note di Thorns dei "Damage Done", una voce che è familiare, e mi riporta indietro in quel locale che ho amato e che ora non esiste più, dentro quell'atmosfera al contempo dolorosa e magica.

Buona fortuna Nathalie, di cuore.








2 commenti:

  1. A vederla non gli daresti un soldo di fiducia... ma quando canta tira fuori una voce e una grinta sbalorditive :)

    RispondiElimina
  2. Eh già! Spero che il pubblico non la escluda solo perché "troppo regolare"... c'è bisogno di artisti con più anima e magari un po' meno costruzione attorno.

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...