13 settembre 2010

La libertà di essere chi vogliamo

Vorrei esprimere un pensiero riguardo alla polemica (a mio parere perfettamente inutile) che si è creata attorno alla notizia che al concorso di Miss Italia 2010 ci fosse una ragazza transessuale.
Perché in tutta onestà proprio non riesco a capire com'è possibile che da un lato si festeggi la vittoria morale di un Luxuria al parlamento e dall'altro si scateni un polverone per un fatto che, se fosse vero, sarebbe sì privato, ma nello stesso ambito di libertà che una grossa parte della popolazione italiana ha sempre cercato di difendere scendendo in piazza. Più che la reazione di Alessia (che potrei anche capire in quanto alle medie ogni volta che mi scambiavano per un maschio, complice un taglio corto e un sopracciglio alla "Elio", mi veniva il lacrimone), mi sconvolge quella dell'intero programma, della Mirigliani, della Carlucci, di alcuni giornalisti che credevo equilibrati, e che invece di calmare le acque si sono schierati attorno alla poverina per difenderla dall'offesa. DALL'OFFESA. Quindi deduco che tutti quanti pensino che essere una trans sia un insulto. Lo trovo molto grave. Il mio timore è che in Italia siamo tutti antirazzisti a patto che non ce l'abbiano con noi; e tutto ciò è squallido.
Dite qualcosa per farmi cambiare idea, altrimenti prendo la cittadinanza Svizzera.

9 settembre 2010

Check and GO (soprattutto GO)!

Ho finalmente preso coraggio e mi sono iscritta in palestra. Voi non lo sapete ma è un fatto epocale: l'ultima volta che ho fatto attività fisica per bene avrò avuto 13 anni... o forse pure meno! Complice un'asma giovanile rompiballe, al liceo stavo sempre male e avevo la giustificazione quinquennale. Il che mi ha portata a impigrire il mio corpo al punto tale che il metabolismo di punto in bianco ha deciso di lasciarmi e io ho cominciato a somigliare a Marisa Laurito (e non solo di faccia come al solito). Ho scelto la Virgin Active non perché pensi sia meglio di altre ma perché ha tanti attrezzi(cosa che mi era assolutamente necessaria, dato che il nutrizionista mi ha praticamente urlato che debbo aumentare la muscolatura) ed è vicina al mio posto di lavoro. Per chi non lo sapesse, lavoro in una palestra (Spaziodanza... pubblicità! :D), ma è più una scuola (OTTIMA, tra l'altro) di danza che un posto dove allenarsi per fare muscolo, di attrezzi non ce ne sono e il dottore mi ha detto senza tanti preamboli che fare aerobica a me non serve a niente, per cui per una volta che avrei potuto fare qualcosa gratis mi è toccato comunque scucire soldi che avrei volentieri speso in alcool. Insomma, penso di essere l'unica al mondo che quando esce dalla palestra va in palestra. Comunque, ieri, "spronata" da un amico già iscritto da anni ("alza il culo altrimenti ti prendo a sberle") ho fatto la mia prima lezione. Blanda, ovviamente, perché il bello arriva venerdì con il "check & go", l'allenamento con il Personal Trainer che ti compila la scheda personale e ti dà i compiti da svolgere ogni volta che vai. Nel frattempo, però, vi posto un video dove mi si vede entrare con passo deciso, e approcciare professionalmente il tapis roulant. Enjoy, perché è andata ESATTAMENTE così. Quando si dice talento...

Ema: ...e poi per aumentare la velocità c'è quella leva a destra..."
Io: ok, questa? [preme ma non succede niente]Uhm, forse non funziona... [riprova, ma non succede niente] e che caz... VAI! [tiene rovinosamente premuto] Sì, adesso aumenta, Ema, così però è troppo veloce... Ema... EMA... EMAAAAAAAAAAAAAAA!

*SPLUT*





4 settembre 2010

Sorprese con l'X-Factor

Quest'anno non mi sarà possibile tergiversare fino all'ultimo su chi sia il mio preferito, perché io ho già una scelta. Una scelta che feci, in verità, già nel 2004, quando ascoltai per la prima volta il demo di un gruppo romano davvero in gamba e, più di tutto, più del sound, più del ritmo coinvolgente, mi colpì la Sua voce, così particolare, "graffiata" ma intensa, commovente, forte e piena. E quando chiesi a tutta la band di suonare per la mia webzine al Madeleine di Via della Maddalena, e accettarono, - lo ricordo come fosse ieri - lei mi sembrò uno scriciolo, e glielo dissi. Sul palco non tradì le aspettative di tutti noi e sparò la sua voce con una potenza e un'intensità indimenticabili. Piccola ma grintosa, dolceamara, e piena di talento.

Quest'anno sul palco di X-Factor canterà una voce che per parecchio tempo mi ha fatto da sveglia e ninnananna, sulle note di Thorns dei "Damage Done", una voce che è familiare, e mi riporta indietro in quel locale che ho amato e che ora non esiste più, dentro quell'atmosfera al contempo dolorosa e magica.

Buona fortuna Nathalie, di cuore.








Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...