22 febbraio 2010

Perché Sanremo è Sanremo

Avevo promesso di non parlarne proprio, ma se vivi in Italia non puoi ignorarlo, il Festival. Anche perché ovunque tu vada c'è qualcuno che ti chiede se l'hai visto, cosa ne pensi del risultato, quale canzone ti è piaciuta, e quest'anno anche in quale lago tu sia solito copulare. Sì perché 'sta cosa di "far l'amore in tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi" è talmente atipica e fuori luogo che è pressoché impossibile non notarla: che cacchio vuol dire? A chi è venuta in mente? Perché? Come mai proprio nei laghi e non nei torrenti? Cos'è sto razzismo nei confronti delle acque salate? È un messaggio subliminale per orientare il turismo ai laghi? Il testo l'ha scritto David Lynch? Misteri. Ecco, forse ci sono dietro Giacobbo e Ruggeri.
Per quanto riguarda il Principe e il Pupo non c'è nulla da dire, se non che è una vergognosa truffa, e in attesa che qualche coraggioso "Travaglino" azzecchi il garbuglio vi invito a cantare insieme a me e a Metilparaben "Westfalia amore mio" e tutte le altre versioni che potete trovare qui.
Povero Morgan, l'han buttato fuori col pretesto della cocaina, e invece il vero motivo era che aveva capito che il controllo di certa "gente cattiva", ormai ovunque sul piccolo schermo, non poteva non coinvolgere anche il festival. D'altra parte siamo in democrazia e decide la maggioranza, che guarda caso è composta sempre dagli stessi compari di lista.
A Irene Grandi, Noemi e Malika Ayane, vere vincitrici morali del Festival, va invece tutta la mia stima, così come all'orchestra che ha stracciato gli spartiti e schernito gli incompetenti organizzatori (manipolatori?). Perché, contrariamente a quanto vogliono farci credere in tv, di gente che apprezza la vera buona musica, ce n'è tanta, ed è ovunque.
In tutti i modi, in tutti i luoghi, in tutti i laghi.

Aggiornamento al 26/03/2010
Ho letto l'articolo di Giorgio dell'Arti, pubblicato su Vanity Fair n° 8 (3 Marzo 2010, pag. 61 "Piange il telefono"), che sospetta una "regia occulta" anche dietro al gesto plateale degli orchestrali, e debbo dire che il dubbio c'è. Lascio a voi giudicare, io preferisco passare al prossimo disastro mediatico e archiviare quest'altro X File...

6 commenti:

  1. E se io voglio farlo nei fiumi????? Cos'è non posso??????????????????

    RispondiElimina
  2. Anonimo (nnuooo non posso chiamarti per nomeee), mi sa che noi amanti della spiaggia non tromberemo mai più!

    RispondiElimina
  3. dopo la cover di sting non potevo non commentare.
    ma sai che pupo e company stavano addirittura vincendo?
    i finalisti di sanremo sono un bello specchio del paese, un paese di rimbambiti. :)

    RispondiElimina
  4. Uhm, debbo verificare ancora la cosa, ma pare che i voti se li siano comprati i tre coglioni... un paese di raggirati, io direi! Comunque, a chi pensa che sia una roba recente, farei presente che è dalla prima edizione che al Festival giocano sinergie losche e oscure e manipolazioni d'ogni sorta, politiche prima di tutto. Quindi tutto questo non mi pare che gossip.

    RispondiElimina
  5. io veramente devo ancora capire una cosa: com'è che lo "spogliarello" adesso si chiama "burlesque"?

    RispondiElimina
  6. Difatti... il burlesque è tutta un'altra cosa, ma ormai, al solito, l'uso inesatto del termine ha creato la regola errata...

    RispondiElimina

Lo sai che se usi le "k" a sproposito nessuno ti si tromberà mai più?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...